VACCINI A/H1N1: BOLLETTINO AGGIONATO – FIRMA LA PETIZIONE

=================================================================================

 

 

 

Virus H1N1: se la paura non basta, aumentiamola

 

Fonte: agoravox

 

Se i numeri non bastano a destare la preoccupazione della popolazione, provvediamo subito e apportiamo qualche cambiamento alle regole. Forse lo deve aver pensato qualche ‘spe******ta’ convinto che la ‘pandemia’ suina non sia abbastanza pericolosa per gettare nel panico la gente, ed allora ecco che dagli Stati Uniti arrivano dei ‘ritocchi’ alle cifre, in modo che il virus H1N1 faccia più paura, e che la gente corra a prendersi il tanto reclamizzato vaccino. Ecco le notizie che arrivano dall’altra parte dell’oceano.
 

‘Negli Stati Uniti, al contrario di quanto accade in Gran Bretagna, le autorità sanitarie hanno dovuto rivedere il numero delle vittime. In peggio. Quattro volte in più delle poco più di mille finora registrate: almeno 4.000 i decessi. Il motivo? I Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) di Atlanta hanno aggiunto le morti causate dalle complicazioni (polmoniti, infezioni batteriche, ecc.) successive all’influenza A.’

Sarebbe anche interessante sapere con quali criteri si svolge ‘la nuova conta dei morti’ da virus H1N1 negli USA, e come si contavano fino ad ora.

 

Quindi, ora basta avere il virus e qualsiasi causa abbia generato il decesso sarà comunque sempre colpa del virus. Anche se la sua azione è stata marginale.

 

Strano che il CDC statunitense cambi metodo proprio ora.

 

Chissà allora quanti saranno i decessi di influenza stagionale quest’anno, se aggiungiamo le complicanze. Qualche centinaio di migliaia? Milioni?
 

Qui in Italia si da’ già la colpa del decesso al virus se ci sono complicanze. O, almeno, lo fanno molti giornali e molte TV.

 

Forse un pò di panico in più e qualche migliaio di decessi in aggiunta possono ora giustificare lo stato di emergenza dichiarato da Obama o potranno giustificare, in futuro, altri provvedimenti impopolari per fermare questa pandemia. Che venga incolpato di altre catastrofi questo nuovo virus? Magari mettiamo nei decessi da suina anche la persona che, coinvolta in un’incidente d’auto, risulta positiva al virus.

Magari lo si farà davvero, in seguito. Tutto è lecito per allertare la popolazione.

 

Come se non bastasse, guarda che caso, dalla Norvegia arrivano altre notizie preoccupanti. Il virus starebbe mutando: ‘La mutazione potrebbe interessare la capacità del virus di entrare più in profondità al sistema respiratorio e causare una malattia più grave’, ha dichiarato in una nota l’Istituto norvegese di sanità pubblica. Secondo le autorità, però, le mutazioni non dovrebbero avere implicazioni nell’efficacia dei vaccini contro il virus H1N1′.

Chissà perché, questa mutazione giunge in un momento propizio. E miracolosamente, malgrado la supposta mutazione, il vaccino rimane sempre efficace. Davvero sorprendenti queste coincidenze. La reticenza con cui la popolazione si vaccina va stroncata, a qualsiasi costo. Anche con qualche esagerazione.

 

Ovviamente, vista la gravità della notizia, quasi nessuno farà caso a quanto affermato, dopo, da altri esperti. Cose del tipo: ‘Casi sporadici di mutazione del virus H1N1 sono stati rilevati anche nei mesi scorsi, e saltuariamente, in vari Paesi come Brasile, Cina, Giappone, Messico, Ucraina e Stati Uniti, ma l’Oms ha reso nota la notizia oggi’. Lo ha affermato il direttore del Dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), Giovanni Rezza. ‘Il fatto che tali mutazioni sporadiche si riscontrino da un certo periodo indica che il virus mutato non avrebbe una grande capacità diffusiva e si presenterebbe come un virus meno contagioso’, ha sottolineato l’esperto.

 

Chi pensava che questa storia fosse conclusa si sbagliava. Ne dovremo sentire altre di notizie allarmistiche, notizie magari poi smentite o ridimensionate.

 

Non ci sono limiti alle idee, soprattutto quando si vogliono giustificare scelte che, apparentemente, sembrano un tantino avventate. Come l’acquisto di milioni di dosi di vaccini per un’epidemia di modesta entità.

 

Vedremo se alla fine avrà avuto ragione la Polonia a non affrontare una spesa così alta per i vaccini oppure le altre nazioni occidentali, come la nostra, disposte a tutto, compresa la firma di contratti a quasi totale vantaggio delle aziende farmaceutiche, per procurarsi il vaccino anti-pandemia. Nel frattempo non dimenticatevi la prevenzione, cosa che sembra passata in secondo piano in questi giorni. E state online per eventuali altri aggiornamenti.

 

Il Terranauta : VACCINO E INFLUENZA SUINA: FIRMA per il diritto ad essere informato!

 

Link al sito web www.terranauta.it petizione vaccino influenza suina

Gentile amica/o,

 

il nostro gruppo editoriale ha attivato una campagna d’informazione sui pericoli legati al vaccino contro il virus A/H1N1.

Le persone hanno il diritto di conoscere la natura innocua di questa influenza, i rischi connessi all’uso di un vaccino inutile, non ancora sperimentato né sottoposto ai controlli necessari e gli interessi economici che sono all’origine di questa grande speculazione.

In particolare desideriamo informare donne incinte, che stanno allattando o famiglie con bambini. I rischi per la salute dei più piccoli sono ancora maggiori di quelli a cui potrebbe andare incontro chiunque utilizzi questo vaccino.

 

DIVENTA PARTE ATTIVA DELLA NOSTRA CAMPAGNA D’INFO
RMAZIONE!

 

Uniamo le nostre voci e le nostre forze.

 

LEGGI, SOTTOSCRIVI E DIFFONDI QUANTO SEGUE

 

Il nostro appello, insieme alle firme di tutti coloro che ci sosterranno, verrà inviato alle istituzioni sanitarie e amministrative, a livello locale e nazionale, per ottenere chiarimenti e avviare iniziative di denuncia contro il comportamento allarmistico tenuto da televisioni e giornali.

 

Alla cortese attenzione del Ministro della Salute, On. Maurizio Sacconi

e del Vice Ministro della Salute, On. Ferruccio Fazio

 

Egregio Ministro,

Egregio Vice Ministro,

 

questo documento raccoglie le firme di molti cittadini italiani che vi chiedono di intervenire nei confronti della campagna mediatica nata attorno al virus A/H1N1.

 

A fronte di una comunicazione istituzionale non allarmistica, giornali e televisioni stanno creando un ingiustificato stato di paura, il cui unico risultato è quello di confondere le persone e far loro perdere la capacità di informarsi e scegliere in modo obiettivo.

La nostra posizione nei confronti di questo vaccino è molto chiara: riteniamo infatti che esso sia molto più pericoloso dell’influenza che dovrebbe prevenire.

Ma il nostro obiettivo principale è quello di permettere alle persone di scegliere in modo consapevole e autonomo riguardo a un capitolo così importante per la salute propria e dei loro famigliari.

In questo contesto, però, dove i media hanno attivato una forte campagna terroristica, questo è ormai diventato impossibile.

Quello che chiediamo quindi è un vostro intervento a favore di una circolazione delle informazioni che rispetti il diritto delle persone a informarsi e crearsi un’opinione in modo libero e obiettivo. Questo garantirebbe un altro diritto fondamentale, quello alla salute e alla libertà terapeutica. Un vostro appello ai mezzi di comunicazione, affinché i toni vengano smorzati e le notizie diffuse con criterio e oggettività, è quello che noi e molti cittadini italiani si aspettano.

 

======================================================================================================

 

Testimonianze pesantissime di donne in cinta che hanno perso il figli dopo la vaccinazione H1N1.

 

Fonte: ecplanet.com

 

Quest’anno le donne incinte stanno affrontando una sfida insolita e particolarmente stressante. Come possono sapere, vista l’informazione spudoratamente falsa e fuorviante diffusa dalle agenzie di sanità pubblica, se l’iniezione di antinfluenzale di quest’anno è effettivamente sicura?

 

Un sondaggio online rivela che 414 donne su 552 (il 75%) non hanno intenzione di essere sottoposte alla vaccinazione contro l’influenza H1N1. Eppure le donne incinte vengono considerate ad alto rischio di mortalità per questo tipo di influenza.

Una delle tante testimonianze:

Anche io ho fatto la vaccinazione contro l’H1N1 il 22 Ottobre 2009 e ho iniziato il travaglio il 25 Ottobre, quando ero a 16 settimane di gravidanza e avevamo sentito il battito e controllato il resto trovando che tutto andava bene il 16 Ottobre 2009, poi il 28 Ottobre mi si sono rotte le acque e il 29 Ottobre ho partorito un bambino nato morto e nessuno è stato in grado di spiegarmi perché… Tutti mi dicono che non è stata colpa dell’iniezione, ma io credo che sia così. Il mio bambino stava crescendo al ritmo giusto e tutti sembrano ignorare la vaccinazione. Io dico che se vi vaccinate e poi abortite, in caso sia possibile effettuare un’autopsia, chiedete di farla

 

Aspirin kills 400% more people than H1N1 swine flu

 

Fonte: L’aspirina uccude il 400% in più dell’influenza suina

 

Il contratto fra il Ministero e Novartis, per 24.000.000 (ventiquattro milioni) di dosi di vaccino. Il ‘tutto’ ci è costato 184milioni e 800 mila euro (iva inclusa).

 

Fonte: Scarica il Pdf del contratto

 

Vaccino Influenza A (H1N1) provoca in Canada un inusuale numero di reazioni allergiche.

Dopo 170.000 vaccinazioni il ministero sono giunte agli uffici della salute canadesi un numero

non usuale molto alto di rezioni allegriche al vaccino

Fonte: Notizie dal Canada Vaccinazioni H1N1

 

TRE INFERMIERI AL CARDARELLI SI VACCINANO E SI SENTONO MALE.UNO E’ IN TERAPIA INTENSIVA

Partono le vaccinazioni a medici e infermieri dell’ospedale

Cardarelli di Napoli e scattano i problemi. Alcuni giorni fa sono stati

sottoposti a vaccinazione quaranta tra medici e infermieri del più

importante ospedale del Sud e tre infermieri si sono sentiti subito…

male: vertigini, perdite di senso, sudorzioni. Uno è s………tato ricoverato

in terapia intensiva, due hanno dovuto far ricorso alle cure dei

colleghi. A scatenare l grave reazione, sembra, alcuni componenti

allergenici contenuti nei vaccini.’

 

Fonte: Vaccinazioni Notizie da Napoli su reazioni avverse

 

Virus A: Francia, 100.000 vaccini – Segnalati 91 casi di effetti collaterali

Dopo circa 100.000 vaccinazioni di personale sanitario contro l’influenza A, sono stati segnalati in Francia 91 casi di effetti collaterali. Quattro casi sono stati registrati come gravi e seguiti da ricovero in ospedale: lo comunica l’Agenzia di sicurezza dei prodotti sanitari sottolineando che nel periodo 21 ottobre-10 novembre, in cui potevano essere vaccinati soltanto i lavoratori del settore sanita’, la maggioranza dei casi riportati (91%) sono stati di livello fra il benigno e il moderato.

 

Fonte: Notizie dalla Francia

 

AGI News On – SANITA’: 239 BAMBINI DANNEGGIATI DA VACCINO IN FRIULI

 

Sono 239 i casi di danno da vaccinazione in Friuli Venezia Giulia. Il tema delle vaccinazioni in eta’ pediatrica e’ stato trattato nell’audizione svolta dalla III Commissione consiliare del Fvg, presieduta da Giorgio Venier Romano (UDC), con i presidenti del Comitato di genitori Liberascelta Mauro Ottogalli e del Coordinamento del movimento italiano per la liberta’ di vaccinazione (COMILVA) Claudio Simion, intervenuti assieme alla consulente, la pediatra Mariangela Milanese, e tutti accomunati dall’esperienza tragica di avere in famiglia un bambino danneggiato da vaccinazione

Link Fonte: VACCINI A/H1N1: BOLLETTINO BREVE AL 16 NOVEMBRE 2009

VACCINI A/H1N1:

1) Vaccinazioni a medici e infermieri del Cardarelli: uno in terapia intensiva

2) Un medico denuncia crisi lipotimica e febbre alta dopo l’assunzione del vaccino

3) 239 bambini danneggati da vaccino in Friuli

4) H1N1 non vaccinate i bambini a tappeto (con 2 video youtube…)

Articoli correlati:

5) Prete croato afferma che i vaccini hanno come scopo la distruzione globale dell’umanità

6) H1N1: il Sindacato Autonomo di Polizia chiede un vaccino senza veleni… MA SOLO PER I POLIZIOTTI!!!

7) Lettera aperta di Claudia Rainville

8) Germania: muore dopo vaccino contro virus H1/N1. Ordinata autopsia

9) Influenza suina: il vaccino, gli effetti collaterali e le prime morti sospette

10) PRETE CROATO AFFERMA CHE I VACCINI HANNO COME SCOPO LA DISTRUZIONE GLOBALE DELL’UMANITA’

Link Fonte: Prete Croato afferma scopo distruzione

 

 

======================================================================================================

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.